Gestire un sito internet: le statistiche web

Share

Parliamo di statistiche, le statistiche del sito: perché sono importanti. Beh, capire l’importanza delle statistiche è piuttosto semplice. Facciamo un parallelo, un paragone: consideriamo la vostra autovettura. Se avete un auto o comunque se vedete la parte anteriore dell’auto c’è un bel cruscotto, dove ci sono tutte le informazioni utili per capire un pochino lo stato dell’auto come ad esempio la velocità, la velocità istantanea; quindi potete vedere a quanti chilometri orari andate, il livello dell’acqua, il livello del carburante e così via, il totale di km percorsi… cioè una serie di informazioni che sono tutte visibili dal cruscotto dell’auto. Bene, le statistiche del sito sono il vostro cruscotto. Quindi quando vi occupate della manutenzione del vostro sito e dovete occuparvene, perché il vostro sito, soprattutto se vedete qualcosa è il vostro negozio online, quindi non curare il vostro sito significa pretendere di vendere col negozio chiuso. E’ un po così. Quindi quotidianamente dovete fare questa attività di consultazione delle statistiche.

Cosa mi danno le statistiche?

Mi danno di dei dati, delle informazioni quantitative e qualitative sul sullo stato di salute del vostro sito. Innanzitutto quantitative, quindi i dati relativi, ad esempio, alle visite che arrivano sul vostro sito, al numero di visitatori: quanti arrivano per la prima volta, quanti sono invece visitatori ricorrenti, quanto tempo trascorrono in media sulle pagine del vostro sito. Quindi ci sono dei grafici da consultare per capire qual è la tendenza di permanenza del visitatore sul vostro sito. Quindi da qui potete fare tante considerazioni, quindi vedere dai grafici qual è il giorno della settimana in cui avete un maggior flusso di visite sul vostro sito, quindi fare delle considerazioni per dire “ok, in quel giorno lì intensifichiamo…” ad esempio (faccio un esempio ma poi ognuno poi elabora le statistiche e trae le informazioni che sono più interessanti per la sua attività, ad esempio il giorno di maggior flusso di visite sul sito) si potrebbe organizzare una maggior presenza a livello di customer care eccetera. Quindi una serie di informazioni che potete trarre. Abbiamo parlato di informazioni quantitative.

Andiamo a vedere invece quelle qualitative e quindi, ad esempio, da dove arrivano queste visite: arrivano dai motori di ricerca? Arrivano dai social? Da dove? Magari dalla vista, dalla visione di un video? E’ importante avere il quadro della situazione. E qui diagrammi a torta sono molto utili per capire quanto è importante per il nostro sito il traffico proveniente dai motori di ricerca, quanta parte arriva dai social… quindi affinare le tecniche di posizionamento sui vari canali. Voi sapete che io insisto su questo tema dei siti multicanale, quindi voi avete il vostro sito, che è il centro di tutto e poi andate a diramare, come dire, a pubblicare, a promuovere il vostro sito su tutti i canali social e multimediali che esistono e che verranno creati in futuro. Quindi a maggior ragione la concentrazione deve essere sulle statistiche, sulle analisi delle statistiche. Ad esempio, sui motori di ricerca: quali sono le parole chiave che arrivano, che sono le più digitate dai visitatori, da chi arriva sul nostro sito. Questo vi da’ tutta una serie di informazioni per capire quali correttivi, quali modifiche si possono fare sul sito per ottimizzare, per migliorare questo risultato. Su quali parole chiave insistere, creare più contenuto, perché il sito, lo ripeto, questo è un altro concetto che mi sta a cuore, il sito va ampliato giorno per giorno.

Dovete davvero produrre contenuti, testi, immagini, video, perché il vostro sito deve essere ricco. Più ricco sarà il vostro sito e più ne beneficeranno le vostre tasche, specie per i siti di commercio elettronico o anche di commercio off line, ma che abbiano una significativa vetrina sul sito. Bene, abbiamo parlato di statistiche. Qualcuno dirà “ma io non ho le statistiche, non so dove sono, non so come installarle”. Allora, il più diffuso tool di statistiche, strumento di statistiche, ad oggi ed il migliore, considerato da tutti il migliore, è Google Analytics. Non a caso i signori di Google hanno sviluppato uno strumento che è davvero interessante sotto diversi punti di vista.

Per l’installazione delle statistiche basta andare intanto a cercare Google Analytics sullo stesso Google e andrete direttamente alla pagina di registrazione, dove dovete registrare innanzitutto la vostra utenza e poi andare a configurare le statistiche per il vostro sito, quindi c’è una parte di azioni che vanno fatte sul sito Analytics e poi vi verrà dato un codice da installare su tutte le pagine del sito. Quindi, se siete voi occuparvi del vostro sito, dovete prendere questo codice è andare a posizionarlo su… magari su tutte le pagine se avete un sito statico, ma molto più probabilmente avrete un sistema di content management e quindi andrete a posizionare opportunamente. Ad esempio, se usate WordPress, ci sarà un plugin che dovrete installare per per sistemare nel modo più opportuno il vostro codice di tracciamento (così si chiama) di Google Analytics.

Bene, queste informazioni io poi le tratto in modo molto più dettagliato nel corso. Si tratta di un corso completo, un corso che racchiude vent’anni di esperienza nei siti internet, nella realizzazione di piattaforme web. Io mi sono presentato in altri video, ma mi occupo da oramai una ventina d’anni di tecnologie web sono laureato in Ingegneria Elettronica e già dalla laurea, da prima della laurea, ho iniziato a seguire le tecnologie web. Quindi in questo corso ho raccolto tutta la mia esperienza. Avete appunto la possibilità, con un corso solo, di altissimo valore (adesso peraltro dovrebbe essere ancora in offerta, ancora per poco) avete la possibilità di sapere tutte le tecniche, tutte le strategie passo passo per dare al vostro sito quella marcia in più e soprattutto non commettere gli errori che tanti fanno; andare dritti, insomma, al risultato con un impegno che, se applicate queste tecniche che vi spiego nel corso, insomma, sarete molto, molto avvantaggiati rispetto ai vostri competitors.

Comments are closed.