Come avere successo con un sito fai da te

Share

Il sito fai da teHai un’azienda o un’attività professionale e ti sei accorto di non poter più lavorare senza avere alcune pagine online? Ora vuoi porre rimedio e creare un sito fai da te. Bene, ottima decisione. Puoi agire in modo indipendente, ma è essenziale che tu sappia come procedere. Non hai bisogno di competenze specifiche, ma certamente una buona guida e un po’ di formazione ti tornano utili.

Nulla deve essere lasciato al caso perché il web ha le sue regole e per avere successo devi saper interpretare gli interessi, le abitudini e le preferenze del tuo target di riferimento. Sicuramente l’aspetto che più ti piace è il fatto di non dover assumere un esperto per lavorare al tuo posto per aprire il sito web, ma gli elementi positivi sono diversi, a partire dalla conoscenza esatta della tua attività.

Nessuno meglio di te può promuovere i servizi o i prodotti che proponi.

L’importanza di aprire un sito web

Se hai deciso di realizzare un sito fai da te significa che hai capito l’importanza di essere presente in internet, ma è bene che tu prenda in esame qualche dato su questo tema. Infatti non devi pensare che il web sia un fenomeno momentaneo, ma ha un futuro radioso che lo attende, quindi investi pensando al lungo periodo.

Una ricerca condotta da Clutch ha messo in evidenza le motivazioni per cui imprese e professionisti non hanno un proprio spazio online. La maggioranza degli intervistati adduce due principali scuse: l’assenza di rilevanza per il proprio business e il costo. Rispetto al primo elemento non c’è nulla di più sbagliato: l’81% delle persone si informa su internet prima di acquistare un prodotto o un servizio.

Sia le aziende sia i consumatori ricorrono al web per conoscere un oggetto da comprare, un’impresa o un professionista a cui rivolgersi. Come puoi immaginare questo dato può ancora crescere, perché si diffonde sempre più l’uso di internet. Ecco perché aprire un sito web rappresenta una soluzione ormai necessaria per chi vuole rimanere sul mercato. Ma chi contesta la spesa ha ragione?

La seconda scusa addotta dagli intervistati riguarda i costi ritenuti elevati. Qualche professionista chiede cifre molto alte per aprire un sito web, ma oggi i prezzi variano a seconda del prodotto finale da ottenere. Inoltre puoi optare per il sito fai da te e abbattere così le spese. Operare in maniera indipendente non ti porta a rinunciare alla qualità. Probabilmente ti serve più tempo, ma alla fine del lavoro sarai sicuramente soddisfatto.

Ti conviene investire il denaro per la formazione e imparare così come aprire un sito web e poi comprare il dominio, mentre la creazione dei contenuti e della struttura è un compito che puoi tranquillamente svolgere tu, senza interpellare agenzie e web master che ti chiedono somme di denaro ingenti per darti un lavoro chiavi in mano e per cui dovrai continuare a chiamare loro per fare qualsiasi aggiornamento.

Sito web fai da te: la scelta tra sito e blog

Il primo passo per partire con il piede giusto consiste nel preparare un piano sulla carta, in modo da pianificare le azioni e soprattutto da stabilire con esattezza gli obiettivi da raggiungere. Decidi cosa e come vuoi scrivere e quindi chi vuoi che legga i tuoi contenuti. A questo punto devi optare tra il sito e il blog. Le procedure sono leggermente diverse, ma a cambiare è soprattutto la struttura, ecco perché si deve decidere quale delle due formule usare. Vuoi qualche delucidazione?

Ecco come distinguere tra blog e sito internet:

  • il sito web è la struttura che ti serve per descrivere la tua attività, promuovere i servizi o i prodotti che proponi, uno spazio professionale per attirare le persone e convertire i visitatori in clienti;
  • il blog è invece dedicato a ospitare articoli per condividere una passione, qualche utilità e da usare per piacere.

Puoi pensare anche di integrare tra loro i due tipi di spazi, ma il blog è più opportuno per iniziare, mentre se vuoi sfruttare le potenzialità di internet per guadagnare e riuscire a vendere ciò che proponi ti conviene aprire un sito web. Agli occhi del tuo pubblico appari più strutturato e organizzato e quindi aumenta il livello di affidabilità. Eventualmente il blog lo inserisci nel sito per pubblicare articoli utili che servono a creare un rapporto con la clientela e a dare loro i motivi per acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Come aprire un sito web e avere successo

Se vuoi un sito fai da te che raggiunga lo scopo, traendo i vantaggi che stai cercando, applica queste regole:

  1. la chiarezza e l’organizzazione delle pagine per consentire ai lettori di comprendere i contenuti e di rintracciarli all’interno del sito;
  2. la comunicazione dei valori del marchio deve trasparire dai contenuti, inseriti con coerenza e ben integrati tra loro;
  3. la capacità di destare curiosità e interesse nei lettori è la costante dei testi pubblicati, senza la quale non riesci ad avere visitatori.

Come si fa un sito web

Le tre regole sono essenziali per riuscire ad avere risultati tangibili, quindi devi adoperarti per adottare gli accorgimenti con attenzione. Evita di fare l’errore di molti imprenditori che hanno pagine online senza sapere come usarle. Il sito fai da te ti permette innanzitutto di costruire lo spazio e di mettere l’essenza della tua attività, comunicandola agli altri. Questo aspetto è un vero e proprio ausilio nel creare un rapporto con i potenziali clienti.

In ogni modo tieni presente che il sito internet è la tua vetrina, ma soprattutto il mezzo per arrivare ai clienti e convincerli a comprare. Si tratta di uno strumento per convertire, come già accennato, i lettori in acquirenti e far salire il fatturato. Questo assunto serve a farti capire come devi concepire il sito web fai da te. Ecco le azioni che devi mettere in pratica.

1) Conoscere i tuoi destinatari

Devi comunicare con le persone e conquistarle, quindi per farlo devi sapere quali sono i loro interessi e il sistema di comunicazione migliore per riuscire a entrare in contatto con loro. Se vuoi sapere come aprire un sito web definisci bene l’obiettivo e quindi il tuo target. Se ti rivolgi ai giovani o ai professionisti devi stabilirlo prima, perché con queste due categorie devi usare un linguaggio diverso, e fare leva sulle specifiche aspettative.

2) I contenuti del sito web fai da te

Una volta che sai a chi rivolgerti devi calibrare i tuoi contenuti in base all’obiettivo. Per strutturare il sito web fai da te segui questo schema:

– homepage: metti il nome dell’azienda, l’indirizzo e una brevissima descrizione della tua attività, cercando di evidenziare però cosa ti rende unico, in modo da far capire perché il cliente ti deve scegliere;

– prodotti e servizi: la pagina dedicata alle tue proposte devi descrivere ogni singolo prodotto o servizio specificando i prezzi praticati;

– chi siamo: la pagina in cui racconti la storia e i valori aziendali deve includere i principali componenti dell’impresa come ad esempio il consiglio di amministrazione o la dirigenza e poi ci vuole qualche testimonianza che possa attribuire maggiore credibilità e autorevolezza;

– contatti: crea una sezione in cui riportare indirizzi e recapiti. Meglio inserire i collegamenti ai profili aziendali che hai aperto sui social network, oltre alla mappa di Google per illustrare la posizione se hai un ufficio aperto al pubblico, un negozio oppure ricevi i fornitori. In questi casi aggiungi alcune indicazioni su come arrivare con i vari mezzi, dal treno all’automobile. Infine considera la creazione di un formulario da compilare e inviare online per facilitare l’interazione.

3) La semplicità dei siti fai da te

Vuoi conquistare la clientela? Evita le scritte animate o le immagini e i colori particolarmente appariscenti, ma piuttosto dai un taglio autorevoli ai contenuti. É questo il segreto da usare per colpire i lettori e farli rimanere sul sito internet. Tutti gli altri elementi decorativi portano confusione e ciò costringe il pubblico a lasciare la pagina. Come aprire un sito web semplice? Devi tenere presenti queste regole:

  • aggiorna costantemente l’utente e fornisci dei feedback come ad esempio messaggi e pagine di conferma, barre di caricamento e così via;
  • fai in modo che ci sia una corrispondenza tra il mondo offline e il sito, ovvero usa un codice comunicativo convenzionale;
  • concedi libertà al visitatore dandogli modo di esplorare il sito web in completa autonomia perché possa muoversi tra le varie sezioni e tornare alla homepage facilmente;
  • sii coerente tra le varie pagine riportando il logo aziendale e utilizzando lo stesso stile;
  • prevedi un sistema in grado di intervenire in caso di errori, come ad esempio segnalare all’utente che ha compilato il formulario la mancanza di un dato per l’invio.

 

Come si fa un sito web: la formazione

Ora hai un quadro generale degli elementi che ti servono per realizzare un sito fai da te, ma ti sarà utile approfondire gli argomenti principali per essere sicuro nella predisposizione delle pagine e soprattutto per approntare una strategia di coinvolgimento della tua utenza. Vuoi avere successo? Segui un corso di formazione! Le guide e le nozioni presenti sul web ti sono utili, ma lo è ancora di più avere un contatto diretto con un esperto del settore.

Ti proponiamo un modo per conoscere la strategia vincente da adottare per per aprire il sito web. Partecipa al corso online ”Sviluppa il tuo sito con il metodo delle 100 parole al giorno”, con 25 lezioni e 6 ore di corso intensivo tenuto da un professionista di primo livello. Hai l’opportunità di assistere a dimostrazioni tecniche, di acquisire gli strumenti di lavoro, di conoscere come aprire un sito web incentrato su un’attività locale e di beneficiare dell’accesso al corso quando vuoi.

Cosa imparerai? Tra i vari temi trattati dal docente ci sono i consigli sulla selezione degli strumenti e dei termini giusti per attirare visitatori dai motori di ricerca, le nozioni e le metodologie pratiche per creare una struttura sfruttando le parole chiave e l’organizzazione delle pagine, il posizionamento dei termini in modo strategico, l’importanza dell’inserimento di link sul sito e le procedure per analizzare il comportamento dei tuoi visitatori ed esaminare la concorrenza.

Inoltre potrai apprendere come guadagnare con il traffico generato dal tuo sito con eventuali inserzioni pubblicitarie e accordi con gli sponsor. Il tuo sito fai da te potrà davvero diventare un must per il target a cui ti rivolgi e farti incrementare il fatturato. L’esperienza e la pratica sono i due elementi che ti aiutano, insieme alle competenze acquisite sul campo, a raggiungere l’obiettivo. Ti fai conoscere e riesci ad aumentare il fatturato.

Collegati al link https://www.peruginimultimedia.it/corso-online per avere tutti i dettagli del corso e per iscriverti a condizioni davvero vantaggiose. É la tua occasione per imparare le regole essenziali e metterle in pratica. Ricordati che questa opportunità è un investimento che verrà ampiamente ripagato grazie ai buoni esiti delle tue pagine online.

 

Leave A Reply